infermieri

Ultrasonografia point-of-care in cure infermieristiche

infermieri e medici possono apprendere l'ecografia online e l'ecografia point of care utilizzando l'ecografia SonosimIn qualità di prestatori di cure di prima linea, gli infermieri sono sempre sotto pressione per fornire un'assistenza sanitaria più efficiente ed economicamente vantaggiosa. I progressi tecnologici hanno portato a una rapida crescita nell'ecografia dei point-of-care. L'uso appropriato di questa tecnologia unita a solide soluzioni di formazione consentirà agli infermieri di ampliare la portata della pratica degli infermieri di livello avanzato. Questa più ampia responsabilità e competenze aggiuntive miglioreranno radicalmente l'efficienza e l'assistenza sanitaria in prima linea. L'elenco degli argomenti rilevanti per l'addestramento degli infermieri è lungo e continuerà ad evolversi ed espandersi. Diversi esempi di "frutta a bassa sospensione" sono elencati di seguito:

Case Study: infezione del tratto urinario acquisito in ospedale iatrogenico

Le infezioni del tratto urinario sono il tipo più comune di infezione acquisita in ospedale, rappresentando oltre il 30% delle infezioni segnalate dagli ospedali per acuti. (Klevens) Il tasso di infezione del tratto urinario correlato al catetere è compreso tra 3.1 e 7.5 per 1000 giorni di catetere ospedaliero. Si stima che dal 15 al 25% dei pazienti riceva cateteri. (Warren, Weinstein 1999) Le infezioni del tratto urinario associate al catetere sono la fonte più comune di infezioni nosocomiali secondarie del flusso sanguigno. Il 10% delle batteriemie acquisite in ospedale proviene da una fonte urinaria, con un tasso di mortalità del 1997%. (Weinstein 17) Circa il 69-380,000% delle infezioni del tratto urinario associate a catetere sono prevenibili con misure di controllo delle infezioni raccomandate, il che significa che 9,000 infezioni e 30 decessi correlati a infezioni associate a catetere all'anno potrebbero essere evitate. (Umscheid) L'ecografia vescicale con conseguente cateterismo vescicale selettivo ha ridotto l'incidenza delle infezioni nosocomiali del tratto urinario dal 50 al 27 percento. Una recente meta-analisi ha documentato che il cateterismo vescicale selettivo basato sull'ecografia vescicale ha portato a un OR di XNUMX a favore della riduzione dei tassi di infezione del tratto urinario nosocomiale. (Palese)

Case Study: valutazione della febbre infantile

La presentazione di un neonato febbrile a un pronto soccorso (DE) è un evento frequente. Data la frequenza di un'infezione del tratto urinario come causa della febbre di un bambino, l'analisi delle urine e la coltura sono una parte critica della valutazione del paziente. L'aspirazione sovrapubica della vescica è stata sostituita dalla cateterizzazione uretrale come metodo preferito per ottenere un campione di urina. I campioni di urina volatili sono considerati subottimi a causa dei rischi di contaminazione e del tempo necessario per ottenere un campione. Un evento molto frequente è un "cateterismo a secco". Un'infermiera spesso tenta un cateterismo uretrale; tuttavia, il bambino ha recentemente annullato o può essere disidratato e non si ottiene urina. I genitori rifiutano spesso tentativi successivi a causa del disagio percepito e reale associato alla procedura da parte dei pazienti. Ciò si traduce in una cura inefficiente, prolungata e subottimale. I careprovider sono costretti a mantenere il paziente nella DE e attendere un campione di urina schiacciato (maggiore durata della permanenza e campione di urina potenzialmente contaminato), trattare empiricamente con antibiotici, o il paziente e la famiglia lasciare l'ED senza una valutazione adeguata che escluda una vita -infezione del tratto urinario gram-negativo minaccioso.

Una cura subottimale potrebbe essere evitata semplicemente facendo in modo che gli infermieri controllino i pazienti per una vescica piena prima di tentare il cateterismo uretrale, che annullerebbe il "cateterismo a secco". (Baumann 2007 e 2008, Chen 2004, Chen 2005) Le percentuali di successo del primo tentativo sono migliorate dal 67 al 92 percento con l'assistenza ecografica. (Baumann 2008) Inoltre, sia i fornitori di cure che i caregiver di bambini piccoli hanno espresso una maggiore soddisfazione in seguito all'uso degli ultrasuoni per determinare il volume della vescica prima del cateterismo uretrale. (Baumann 2007)

Referenze

Baumann B, McCans K, Stahmer S, et al. L'ecografia volumetrica della vescica eseguita da infermieri addestrati aumenta il successo di cateterizzazione nei pazienti pediatrici. Am J Emerg Med 2008 Jan; 26 (1): 18-23.

Baumann BM, McCans K, Stahmer SA, et al. Soddisfazione del caregiver e del fornitore di assistenza sanitaria con l'ecografia volumetrica della vescica. Acad Emerg Med 2007 ottobre; 14 (10): 903-907.

Chen L, Hsiao A, Moore C, Santucci K. Utilità di ecografia della vescica al posto letto prima della cateterizzazione uretrale nei neonati. Acad Emerg Med 2004 maggio; 11 (5): 598 Abstract.

Chen L, Hsiao AL, Moore CL, et al. Utilità dell'ecografia al capezzale prima della cateterizzazione uretrale nei bambini piccoli. Pediatria 2005 Jan; 115 (1): 108-111.

Palese A, Buchini S, Deroma L, et al. L'efficacia dello scanner della vescica a ultrasuoni nel ridurre le infezioni del tratto urinario. una meta-analisi. J Clin Nurs 2010 Nov; 19 (21-22): 2970-2979.

Umscheid C, Mitchell M, Agarwal R, Williams K, Brennan P. Mortalità derivante da infezioni acquisite in ospedale ragionevolmente prevenibili. incluso nella testimonianza scritta della società di epidemiologia sanitaria americana per il comitato sulla supervisione e l'udienza di riforma del governo sulle infezioni associate all'assistenza sanitaria: un'epidemia prevenibile, presieduta da Henry A. waxman, aprile 16, 2008, Washington, DC. [testimonianza del Congresso].

Warren JW. Infezioni del tratto urinario associate a catetere. Int J Antimicrob Agents 2001 Apr; 17 (4): 299-303.

MP di Weinstein, città ML, Quartey SM, et al. Il significato clinico delle emocolture positive negli 1990: una valutazione globale prospettica della microbiologia, dell'epidemiologia e dell'esito della batteriemia e della fungemia negli adulti. Clin Infect Dis 1997 Apr; 24 (4): 584-602.

Weinstein JW, Mazon D, Pantelick E, et al. Un decennio di indagini sulla prevalenza in un centro di assistenza terziario: tendenze nei tassi di infezione nosocomiale, utilizzo del dispositivo e acuità del paziente. Controllo dell'infezione Hosp Epidemiol 1999 Aug; 20 (8): 543-548.

 

Ulteriori informazioni sulla soluzione di addestramento agli ultrasuoni SonoSim

    Contattaci